Industry 4.0: quali sono le tecnologie abilitanti?

L’Industry 4.0 è il nuovo modello di produzione alla base di una vera e propria rivoluzione industriale, la quarta della nostra storia (da cui il 4.0 del nome), che enfatizza un approccio intelligente basato sull’automatizzazione ed efficientamento delle risorse a disposizione piuttosto che semplicemente sul loro accrescimento.

Alla base di questo cambio di approccio, cruciale per mantenere la competitività della propria azienda sul mercato moderno, ci sono nove tecnologie che permettono di applicare i principi di maggiore efficienza al contesto industriale; queste tecnologie vengono dette abilitanti e sono:

  • Advanced Manufacturing Solution: si tratta dell’applicazione di robotica collaborativa per implementare tecniche e tecnologie che aiutano il personale umano a progettare e produrre in modo più flessibile ed efficiente, riducendo errori, tempi, costi e rischi di incidente per una maggiore produttività;
  • Additive manufacturing: è la creazione di oggetti fisici a partire da modelli tridimensionali con un processo che deposita strato su strato di materiale per dar vita a forme altamente personalizzate e geometrie molto complesse;
  • Augmented reality: la realtà aumentata permette un’integrazione tra fisico e virtuale che fornisce informazioni sull’ambiente circostante e aumenta la gamma di interazioni possibili (per esempio, comandi vocali) per rendere più semplici ed efficaci le attività del personale umano;
  • Simulation: strumenti di simulazione avanzata permettono di creare modelli virtuali controllati in cui effettuare test che precedono la realizzazione fisica e che permettono di apportare miglioramenti e manovre correttive senza sostenere i costi legati alla produzione di prototipi e di migliorare la qualità del risultato finale;
  • Vertical e horizontal integration: l’integrazione di sistemi in verticale (lungo tutta la catena del valore) e in orizzontale (tra le diverse aree dell’azienda) permette di creare un unico flusso ad alta efficienza, le cui capacità di elaborazione, esecuzione e controllo superano la semplice somma delle diverse parti;
  • Industrial internet: i principi dell’Internet of Things (IoT) vengono applicati a reti e macchinari industriali per interconnettere le tecnologie dell’azienda garantendo maggiore flessibilità e personalizzazione del prodotto, e aprendo un canale di dialogo tra tutti gli stakeholders per interazioni in tempo reale con la produzione;
  • Cloud: offre un’infrastruttura IT per condividere dati all’esterno dell’azienda, favorendo la collaborazione tra diversi soggetti e consentendo attività da remoto;
  • Cyber security: come diretta conseguenza di un approccio più collaborativo e più proiettato all’esterno dei confini fisici e virtuali dell’azienda, è necessaria l’implementazione di protocolli e processi di sicurezza informatica più rigidi per prevenire attacchi e furti d’informazione che potrebbero danneggiare seriamente l’impresa e i suoi clienti;
  • Big Data Analytics: avanzati algoritmi permettono di estrarre e analizzare grandi quantità di dati per supportare lo sviluppo strategico e i processi decisionali delle aziende, con previsioni sempre più accurate sugli scenari di mercato.
CR&C offre soluzioni che supportano l’automatizzazione del processo industriale in termini di hardware che di software, compresi gli applicativi di controllo da remoto, e la consulenza necessaria per l’adeguamento tecnologico della propria attività in ottica Industry 4.0.

Approfitta degli incentivi del Piano Transizione 4.0scopri di più sui nostri servizi, contattaci subito.

Industry 4.0: quali sono le tecnologie abilitanti?

Articoli correlati

Ti potrebbero interessare

Tutte le news
Machine Learning e Big Data per macchinari sempre più avanzati
Scopri di più
L’analisi funzionale nel software development
Scopri di più